DISARONNO THE MIXING STAR E LA SPONSORSHIP BENEFICA DEI WORLDs 50 BEST BARS 2020

Dopo l’evento in live streaming dello scorso Maggio che ha rivelato la lista dei 50 Best Bars in Asia – in cui Disaronno ha premiato il vincitore della categoria Highest New Entry  l’organizzazione World’s 50 Best Bars e tutti gli Sponsor hanno annunciato il lancio di un programma di raccolta fondi chiamato “50Best for Recovery” (www.50bestforrecovery.com).

Innumerevoli le iniziative previste, a cominciare dalla piattaforma ‘Bid for Recovery’, che ha lanciato, lo scorso 3 luglio, la più ampia asta enogastronomica mai organizzata sino ad ora. Tutti gli sponsor hanno messo a disposizione degli appassionati di cocktail, cibo e viaggi ben 170 esperienze uniche e bottiglie di Spirits in edizioni limitate che hanno permesso di raccogliere ben 1,23 milioni di USD che saranno i primi fondi ad essere redistribuiti  all’ “eco-sistema” dei 50Best Bars & Restaurants per alleviare le pesanti conseguenze della pandemia.

Ma il contributo di Disaronno non si esaurisce con la partecipazione all’asta.

Alla chiamata per il supporto delle attività in crisi, anche The Mixing Star ha risposto con determinazione ed entusiasmo, lo stesso che contraddistingue questo progetto incredibile fin dalla sua ideazione. Così anche i Bar-Tag finalmente riprendono in maniera “smart”: fermi a causa delle restrizioni ai viaggi ancora attivi in molti paesi, i migliori bartender di tutto il mondo si scambieranno i loro Disaronno signature drink “donando” le ricette ai bar con cui sono stati accoppiati dai nostri Brand Ambassador. I drink ricevuti dal bar-partner saranno proposti ai loro clienti come “special” fuori menù e il relativo introito sarà in parte devoluto dal bar al fondo 50 Best for Recovery.

I primi bar a partecipare a questo scambio sono proprio il BEE’S KNEES di Kyoto  vincitore del Disaronno Highest New Entry Award in Asia – Officina Milano, il cui nuovo menù, focalizzato sullo zero waste, accoglie ben tre classici con Disaronno, elegantemente rivisitati.

Officina ospiterà il “Silky Velvet” di Toru Aryioshi: Disaronno, Gin di cetriolo infuso, latte di marshmallow, sciroppo di vaniglia, succo di limone fresco, albume d’uovo, sake frizzante, acqua di fiori d’arancio nebulizzata.

A Kyoto, invece, i clienti del Bee’s Knees avranno l’opportunità di degustare lo speciale “Disaronno Sour” di Giorgio Santambrogio: Disaronno e sua riduzione, limone, albume d’uovo, zucchero.

Il team dei Brand Ambassador sta già lavorando alle prossime “coppie” tra cui figurano tutti bar di calibro internazionale come il Dr. Stravinsky (Barcellona), Coupette (Londra), Benfiddich (Tokyo), Maybe Sammy (Sydney), Indulge Bistro(Taipei), Baccano (Roma)The Flying Dutchmen (Amsterdam), The Clumsies (Atene) e molti altri.

The Mixing Star si rivela così un progetto inclusivo e internazionale, anche nella sua veste solidale, come sottolineato nella dichiarazione di Roger Betriu, direttore delle partnership di The World’s 50 Best Bars: “Disaronno è stato un partner chiave a supporto del progetto 50 Best for Recovery” sin dalla sua nascita, alla fine di aprile 2020. E, dal momento in cui abbiamo appreso che la nuova versione “smart” degli eventi BarTag di The Mixing Star avrebbe aiutato ancor di più la comunità dei bar e bartender, abbiamo deciso di sostenere questo progetto per raccogliere quanti più fondi possibili.”

Per avere tutti gli aggiornamenti relativi al BarTag The Mixing Star, seguite le notizie sui nostri social:

IG: https://www.instagram.com/themixingstar/

Website: https://www.themixingstar.com/

Youtube: https://www.youtube.com/user/mixingstar

SCARICA QUI LA VERSIONE CARTACEA DELL’ARTICOLO

BEVI RESPONSABILMENTE

Share This